Tartaro: come rimuoverlo senza ricorrere al dentista.

In generale la pulizia professionale dei denti che si effettua una o due volte l'anno serve per rimuovere il tartaro più ostinato. Se però si scopre di averne nel periodo di mezzo e non si vuole aspettare fino al prossimo appuntamento, ecco alcuni metodi che risultano efficaci.

Pinterest/

Cos'è il tartaro e come si fa a riconoscerlo? 

Il tartaro è una placca calcificata. Il calcio e il fosfato si depositano, causando l'indurimento, appunto della placca. Se non eliminato, il tartaro può causare la formazione dei batteri. Ciò aumenta il rischio di infiammazione dei denti (parodontite). Il tartaro prevalentemente bianco-giallastro-marroncino si forma di solito all'interno degli incisivi inferiori e sui primi molari della mascella superiore. Può inoltre presentarsi in prossimità delle ghiandole salivari, sulle superfici irregolari dei denti, sotto le gengive o negli spazi interdentali.

Ecco come rimuovere il tartaro in casa:

1) Metodo dello stuzzicadenti 

Pinterest/USA Magazine

Cosa vi serve: 

  • 1 spazzolino da denti
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1/2 tazza di acqua calda
  • 1 tazza di perossido di idrogeno (acqua ossigenata)
  • 1 stuzzicadenti
  • Bicarbonato
  • Collutorio antisettico

Come procedere: 

Mescolare del bicarbonato con il sale e un poco d'acqua. Lavare con cura i denti e sciacquare bene. Unire al perossido di idrogeno l'acqua e fare alcuni sciacqui. Usare quindi dell'acqua fresca per pulire completamente la bocca. Adesso, servendosi di uno stuzzicadenti è possibile rimuovere il tartaro. Grazie a questo trattamento, infatti, sarà più semplice rimuovere queste incrostazioni dei denti. Ultimata l'operazione sciacquare la bocca con un collutorio antisettico.

2) Metodo della frutta

Pinterest/conocersalud.com

Applicare sui denti, per circa 10 minuti, una fetta di limone o mezza fragola. L'acido contenuto nella frutta scioglierà il tartaro, che risulterà quindi più semplice da rimuovere con lo spazzolino. 

3) Metodo del lievito in polvere  

Mescolare del lievito in polvere (che contiene bicarbonato) con dell'acqua e applicare il composto sui denti servendosi di uno spazzolino. Non solo lo avrete uno smalto più luminoso, ma eliminerete anche più semplicemente il tartaro. 

4) Metodo del tee trea oil 

Pinterest/yourhealthremind.com

Basta aggiungere 2 gocce di questo olio essenziale all'acqua e utilizzarla per lavarsi i denti. Vedrete che risultati!

Per essere sicuri che il tartaro non si formi sui vostri denti dovreste usare lo spazzolino almeno due volte al giorno, e passare il filo interdentale. Un ottimo aiuto sono anche gli sciacqui con collutori specifici e massaggiare i denti con setole morbide. Inoltre, per non dare scampo ai batteri, è buona abitudine bere tè verde, mangiare mele e masticare gomme che contengano xilitolo. 

Commenti

Scelti per voi