Dal ciclo irregolare al mal di testa: 6 sintomi degli estrogeni in eccesso.

Gli estrogeni sono degli ormoni femminili che si formano principalmente nelle ovaie, nella placenta e nella corteccia surrenale.

Questi ormoni svolgono un ruolo importante nelle donne nella prima metà del ciclo mestruale, in quanto si occupano dell'ovulazione e di preparare l'utero ad un'eventuale fecondazione. Gli estrogeni, dunque, sono principalmente coinvolti nella costruzione dell'endometrio uterino, influenzano la crescita del tessuto mammario e sono molto importanti nella gravidanza. Inoltre, hanno un'influenza diretta su altri organi e tessuti, proteggono le donne durante i loro anni fertili, ad esempio prima di un infarto, assicurano una pelle liscia e rafforzano le ossa.

Le variazioni dei livelli di estrogeni sono normali e sono soggette al ciclo naturale della donna. In gravidanza, ad esempio, i livelli di estrogeni sono costantemente alti. Tuttavia, se non si sta affrontando una gravidanza, i livelli di estrogeni nel sangue troppo elevati possono causare diversi disturbi, danneggiando la salute.

Spesso il motivo non è una sovrapproduzione di estrogeni, ma una produzione ridotta del progesterone "antagonista" delle ovaie. Se la quantità di estrogeni è maggiore della quantità di progesterone c'è uno squilibrio, ovvero si presenta una cosiddetta dominanza di estrogeni e i relativi sintomi.

Fate attenzione a questi 6 segnali che indicano un eccesso di estrogeni:

1.) Sindrome premestruale (SPM)


Molte donne, nei giorni che precedono il ciclo mestruale, lottano contro una varietà di disturbi fisici ed emotivi a causa dei livelli alti di estrogeni. I sintomi della sindrome premestruale sono fame improvvisa, depressione, dolori al basso ventre, stitichezza, eruzioni cutanee, nausea e affaticamento.

2.) Mal di testa

Poco prima del ciclo mestruale molte donne soffrono anche di mal di testa. Tuttavia, se il mal di testa persiste o si verifica durante o dopo il ciclo mestruale, questo può essere un segnale di una predominanza di estrogeni.

3.) Libido bassa

Le donne che notano un calo nell'attività sessuale, raramente sospettano che la causa siano gli ormoni. Una libido bassa è spesso dovuta ad un eccesso di estrogeni oppure può anche essere un effetto collaterale della pillola anticoncezionale, che contiene estrogeni artificiali.

4.) Ciclo irregolare

Uno squilibrio tra estrogeni e progesterone nell'organismo può causare spesso delle irregolarità nel ciclo mestruale, ovvero può determinare una mestruazione troppo lunga o troppo breve e un sanguinamento eccessivo o scarso.

5.) Stanchezza fisica

La stanchezza fisica può avere diverse cause, tra cui un eccesso di estrogeni. Se vi sentite sempre assonnate, senza alcun motivo apparente, dovreste consultare un medico per controllare i vostri livelli di estrogeni.

6.) Aumento di peso

Un sintomo molto comune dell'eccesso di estrogeni è l'improvviso aumento di peso apparentemente inspiegabile. L'elevata concentrazione di estrogeni nel sangue causa la ritenzione idrica, la quale può determinare l'aumento di peso.

Tutto ciò vi suona familiare? Notate un ciclo irregolare, una sindrome premestruale insolita, una libido bassa, mal di testa, stanchezza fisica o un improvviso aumento di peso? Allora sarebbe meglio consultare il vostro ginecologo di fiducia per un esame approfondito. Fatelo per la vostra salute e benessere: una cura a base di ormoni naturali o artificiali riporterà l'equilibrio nel vostro organismo.

Commenti

Scelti per voi