6 sintomi indiretti che rivelano una scarsa autostima

La vera autostima deve venire da dentro, su questo sembrano essere quasi tutti d'accordo. Ma a un'attenta osservazione risulta chiaro che questa sia una condizione piuttosto ideale. Infatti, quasi nessuno riesce a sviluppare una sana fiducia in se stesso, se non riceve riconoscimento o apprezzamento dall'esterno o non ha successo nella vita. Ecco perché, nella realtà, solo poche persone riescono ad attingere la loro forza e la loro felicità esclusivamente dall'amor proprio.

Si parla di mancanza di fiducia in se stessi o di scarsa autostima, quando una persona percepisce i propri difetti molto più intensamente dei propri pregi. L'immagine di sé viene quindi distorta in senso negativo.

Hand in a Pocket

Non sempre i complessi di inferiorità sono facilmente riconoscibili dall'esterno, ad esempio con un atteggiamento timido e introverso. Molto più spesso, le persone che ne sono affette cercano di mascherare o di compensare la propria insicurezza. Tuttavia ci sono dei segnali, che ci dovrebbero far capire quando qualcuno ha difficoltà ad accettarsi e ad amarsi. 

1.) Linguaggio corporale

Spalle ricurve, mani nelle tasche e sguardo sfuggente, così si presenta generalmente una persona insicura. Ma anche l'atteggiamento opposto può essere un sintomo di bassa autostima. Se una persona impone la propria presenza e cerca il contatto visivo dell'interlocutore ad ogni battuta, significa che è dipendente dall'attenzione degli altri. 

Business Meeting

2.) Giudicarsi unicamente in base alle apparenze

Secondo uno studio di Statista, alla domanda: "Da dove deriva la tua autostima?" il 70% delle donne risponde: " Popolarità e aspetto esteriore". Gli uomini, invece, attribuiscono la sensazione di sicurezza al successo sul lavoro e al reddito. Secondo le statistiche, è quindi del tutto nella norma, il fatto che la percezione di sé dipenda dalle apparenze esteriori. 

Tuttavia le persone che cercano di compensare i propri complessi di inferiorità, tendono a legare la propria felicità esclusivamente ad un fattore esterno, che sia il successo nel lavoro o un presunto "potere". Per questo motivo risultano spesso eccessivamente vanitose o narcisiste. 

Ohne Titel

3.) Arroganza

Chi non ama se stesso ha difficoltà anche ad apprezzare gli altri. Le persone con una scarsa fiducia in se stesse hanno perciò spesso un atteggiamento alquanto arrogante. Si comportano spesso da sapientoni, considerano le opinioni dissenzienti come attacchi personali. Se gli altri hanno successo, sono pieni di invidia e risentimento e deridono le persone più deboli.

Cory M. Grenier

4.) Scarica barile VS sensi di colpa 

Ognuno di noi ha un meccanismo intuitivo di auto difesa. Una persona con una sana autostima, quando commette un errore, è pronto ad ammetterlo e a cercare di rimediare. 

Le persone con scarsa fiducia in se stesse, invece, si dividono in due tipi. I primi quando commettono errori si crogiolano nell'autocommiserazione e nella vergogna, e vorrebbero scomparire. I secondi provano semplicemente a spostare la colpa su qualcun'altro con il classico "non sono stato io!".   

It wasn't me

5.) Procrastinazione

Un fenomeno che si osserva sempre più spesso nelle persone con scarsa fiducia in se stesse è la tendenza a rimandare le decisioni o a demandare i propri compiti ad altri. A causa della loro insicurezza, si sentono rapidamente sopraffatti. Spesso riescono a concentrare la loro forza su un solo settore, per esempio, la carriera o l'aspetto, trascurando i banali doveri quotidiani.

Procrastination

6.) Fobia delle relazioni 

I complessi di inferiorità rendono difficili anche le relazioni. Per alcuni di coloro che ne sono colpiti, la mancanza di autostima può anche portare a una vera e propria paura di impegnarsi, al punto di non riuscire ad aprirsi ad un'altra persona o innamorarsi. Se qualcuno cambia spesso partner o interrompe bruscamente le relazioni, molto probabilmente nasconde una scarsa fiducia in se stesso.  

Lucky guy

La mancanza di autostima può manifestarsi in molti modi diversi. Non sempre è il "nerd asociale" a lottare contro le proprie insicurezze. Al contrario: chi trae la propria autostima in modo convulso ed esclusivo dal riconoscimento dell'ambiente sociale circostante, chi ha sempre bisogno di essere al centro dell'attenzione e allo stesso tempo ha paura di mostrare il  vero sé, è proprio il più colpito da un complesso di inferiorità. 

Una sana fiducia in se stessi e una positiva immagine di sé non nascono dal nulla. Chi non riesce a fare il primo passo e ammettere la propria insicurezza, dovrebbe provare a lavorare su se stesso o cercare un aiuto professionale. Ognuno ha diversi aspetti del proprio carattere che vale la pena accettare e amare così come sono. 

Commenti

Scelti per voi